Codice etico della rivista

La presente dichiarazione è basata sulle COPE’s Best Practice Guidelines for Journal Editors

http://publicationethics.org/files/Code_of_conduct_for_journal_editors.pdf.

La PM Edizioni, che si propone di promuovere l’apprendimento, la conoscenza e la ricerca scientifica, assume una posizione neutrale riguardo alle questioni trattate nelle riviste a cui dedica spazio, esigendo rigore, precisione e accuratezza. Tutti i soggetti coinvolti nel processo di pubblicazione – Direttori, Autori, Curatori, Membri del board, Revisori, Proprietari delle testate – sono tenuti ad osservare in maniera scrupolosa un codice etico. La casa editrice si impegna infatti a difendere e a far rispettare costantemente le norme di comportamento previste, adottando e promuovendo gli standard indicati dal COPE.

Di seguito viene riportato un elenco dei compiti che direttori, membri dei vari organi editoriali, peer reviewers e autori delle riviste sono tenuti a rispettare.

Doveri degli organi editoriali

  • Il Direttore Scientifico, il/i Curatore/i, i componenti del Comitato di Redazione, unici responsabili della decisione di pubblicazione degli articoli, sono vincolati alle politiche editoriali della rivista e tenuti al rispetto delle disposizioni di legge vigenti in materia di diffamazione, violazione del copyright e plagio.
  • Il Direttore Scientifico garantisce la correttezza dei sistemi utilizzati per accettare, valutare o respingere gli articoli ricevuti, avvalendosi del supporto dei Curatori dei singoli fascicoli e di almeno due revisori, scelti tra studiosi ed esperti esterni al Comitato di Redazione, nonché vigilando sulla procedura di double-blind peer review.
  • Il Direttore Scientifico con il Comitato di redazione sono tenuti a valutare i contributi esclusivamente sulla base del loro contenuto scientifico, a prescindere dal genere dell’autore, dal suo orientamento sessuale o politico, religioso o accademico, nonché dalla sua etnia o cittadinanza.
  • Il Direttore Scientifico, i Curatori dei singoli fascicoli, il Comitato Scientifico e il Comitato di Redazione hanno l’obbligo di non divulgare alcuna informazione riguardante gli articoli ricevuti. Le comunicazioni relative al processo di pubblicazione vanno inviate esclusivamente, a seconda dei casi, agli autori, ai revisori o ai potenziali revisori e ai consulenti editoriali.
  • Soltanto il consenso scritto dell’autore permetterà al Direttore Scientifico, ai Curatori dei singoli fascicoli nonché ai membri del Comitato Scientifico e del Comitato di Redazione di utilizzare, finalizzandolo allo sviluppo delle proprie ricerche, il materiale inedito contenuto nei contributi inviati alla rivista.
  • Il Direttore Scientifico con il Comitato di Redazione comunicheranno tempestivamente all’autore le eventuali segnalazioni dell’esistenza di errori, imprecisioni o plagi nell’articolo pubblicato, oppure la presenza di conflitti di interesse. Si adotteranno misure adeguate, sulla base delle raccomandazioni, delle linee guida e delle liste di controllo previste dal COPE, che includono la pubblicazione di errata corrige o, se ritenuto opportuno, il ritiro del contributo.

Doveri dei Revisori

  • I Revisori assistono il Direttore Scientifico e i Curatori dei singoli fascicoli nelle decisioni editoriali, indicando eventualmente all’autore riferimenti bibliografici e fornendo suggerimenti atti a migliorare l’articolo.
  • Gli articoli ricevuti sono documenti riservati. Le informazioni, le idee o i risultati acquisiti durante la revisione non devono essere resi pubblici né finalizzati all’uso personale.
  • La revisione deve esser fondata sulla massima obiettività, nonché accompagnata da argomentazioni esposte in maniera comprensibile e corredate di puntuali rimandi bibliografici. 
  • I Revisori hanno l’obbligo di richiamare l’attenzione del Direttore Scientifico e del Comitato di Redazione qualora si riscontri una somiglianza sostanziale tra l’articolo in esame e altri documenti pubblicati.
  • Gli studiosi selezionati che si ritengano impossibilitati ad eseguire la revisione nei tempi richiesti o non si considerano qualificati per la valutazione dell’articolo assegnato declineranno la proposta della rivista, notificando la decisione al Direttore Scientifico, ai Curatori del fascicolo e al Comitato di Redazione.
  • La proposta non deve inoltre essere accettata nel caso in cui esistano conflitti di interesse derivanti da rapporti di concorrenza o di collaborazione tra i revisori e gli Autori, le aziende o gli enti in qualche modo connessi con le tematiche trattate nell’articolo.

Doveri degli Autori

Qualora l’articolo sia accettato, l’Autore riconosce alla rivista il diritto alla pubblicazione, rilasciandolo con la liberatoria per autorizzare la pubblicazione dei materiali contenuti nel saggio.

  • Gli Autori sono tenuti a garantire che i propri articoli siano inediti e non sottoposti contemporaneamente alla valutazione di altre riviste.
  • Qualora siano utilizzati lavori di altri studiosi è doverosa l’indicazione dei relativi riferimenti bibliografici. Gli Autori hanno l’obbligo di citare inoltre l’intera gamma di pubblicazioni che hanno esercitato significativa influenza nel determinare l’impostazione del contributo proposto. Gli articoli basati su ricerca originale devono esplicitare in maniera dettagliata il contributo al dibattito di riferimento, la strategia metodologica adottata per ottenere i risultati presentati e il significato scientifico che questi assumono nell’ambito della disciplina.
  • Gli Autori devono garantire l’obiettività delle proprie interpretazioni e la veridicità dei dati, che vanno presentati in modo particolareggiato, anche al fine di consentire ad altri studiosi, nel caso fosse metodologicamente appropriato, di replicare l’indagine. Essi si impegnano inoltre ad ottenere, secondo quanto stabilisce la legge sul diritto d’autore, le autorizzazioni necessarie alla pubblicazione di immagini, tabelle o altri contenuti già editi.
  • Gli Autori sono tenuti ad accettare le modalità di selezione dei contributi e il processo di double blind peer review, nonché ad acconsentire che, dal momento dell’accettazione dell’articolo, i diritti di sfruttamento economico, senza limiti di spazio e con tutte le tecnologie attualmente esistenti o in futuro sviluppate, siano trasferiti alla rivista.
  • La paternità letteraria dell’articolo è limitata a coloro che hanno realmente partecipato alla stesura del testo, apportando un contributo significativo all’ideazione, alla progettazione o all’interpretazione dell’oggetto di studio. L’Autore di riferimento è tenuto a garantire che compaiano come co-autori dell’articolo coloro che ne abbiano visto e approvato la versione definitiva e che concordino sulla presentazione per la pubblicazione. Eventuali altri soggetti che abbiano contribuito alla realizzazione dell’articolo devono essere elencati nei ringraziamenti come contributori.
  • Gli Autori si impegnano a dichiarare, contestualmente all’invio del contributo, l’assenza di conflitti di interesse che abbiano potuto inficiare i risultati o l’interpretazione del lavoro svolto. Tutte le fonti di sostegno finanziario al progetto devono essere indicate.
  • Qualora l’Autore riscontri significativi errori o inesattezze nel contributo pubblicato ha il dovere di comunicarlo tempestivamente al Direttore Scientifico e al Comitato di Redazione, fornendo opportuni errata corrige.

ENGLISH VERSION

Code of ethics

The following declaration is based on COPE’s Best Practice Guidelines for Journal Editors

 http://publicationethics.org/files/Code_of_conduct_for_journal_editors.pdf.

PM Edizioni, which aims to promote learning, knowledge and scientific research, takes a neutral position about issues dealt with in its own journals, demanding exactness, preciseness and accuracy. All those involved in the publication process – editor in chief, authors, board members, reviewers, journals owners – must scrupulously observe a code of ethics. The publisher is committed to defend it and to constantly observe the rules of conduct provided, adopting and promoting the standards set by the COPE.

Below there is a list of tasks required to the Scientific Directors, the members of the editorial organs, the peer reviewers and the authors of the journals.

Duties of editorial organs

  • Scientific Director, Editors, members of the Editorial Board responsible for the decisions about the publication of the articles, are bound by the editorial policy of the journal and must comply with the applicable laws about defamation, copyright infringement and plagiarism.
  • The Scientific Director is warrant for the correctness of the procedures used to accept, evaluate or reject the papers received, with the support of the editors of individual issue and of at least two reviewers, selected among scholars and experts outside the Editorial Board, monitoring the double-blind peer review procedure.
  • The scientific Director and the Editorial Board must evaluate contributions exclusively on the basis of their scientific contents, regardless of the author’s gender, their sexual, political, religious or academic orientation, or their ethnicity or citizenship.
  • The Scientific Director, the Editors of each single issue, the Scientific Committee and the Editorial Board have the obligation to not spread any information about the papers received. Communications related to the publishing process should be sent, exclusively, to authors, reviewers or potential reviewers and to the editorial consultants, as appropriate.
  • Only written permission by the Author allows the Scientific Director, the Editors of each single issue as well as the members of the Scientific Committee and the Editorial Board to use the unpublished material contained in contributions submitted to the journal for the development of their own research.
  • The Scientific Director and the Editorial Board will promptly notify the Author of the existence of any errors, inaccuracies or plagiarisms in the published paper, or the presence of any conflicts of interest. Appropriate measures will be adopted based on recommendations, guidelines and lists of control provided by the COPE, which include the publication of an errata corrigendaor, if considered appropriate, the rejection of the contribution.

Duties of reviewers

  • The Reviewers assist the Scientific Director and the Editors of each single issue in editorial decisions by possibly suggesting references to the author and providing advice to help improve the paper.
  • The papers received are confidential documents. Information, ideas or results acquired during the review should not be made public or intended for personal use.
  • The review should be based on maximum objectivity and accompanied by arguments presented in an understandable way and convoyed by precise bibliographic references.
  • The reviewers are obliged to draw the attention of the Scientific Director and of the Editorial Board on any substantial similarities between the presented article and other already published documents.
  • The selected scholars who consider themselves unable to perform the review in due time or do not judge themselves qualified for the evaluation of the proposed paper must decline the appointment, notifying their decision to the Scientific Director, to the Editors ant to the Editorial Board of the issue.
  • The proposal must also be declined if there are any conflicts of interest resulting from a situation of competition or cooperation between the reviewers and the authors or the companies or entities in any way connected with the topics discussed in the paper.

Duties of the Authors

If the paper is accepted, the Author recognizes to the journal the right to publish it, through a release.

  • The Authors must ensure that their papers are unpublished and not simultaneously submitted to the evaluation of other journals.
  • If other scholars’ works are used, it is mandatory to indicate the respective bibliographic references. Authors must also mention the full range of publications that have had a significant influence in determining the setting of the proposed contributions. Papers based on original research must explain in detail their contribution to the relevant debate, the methodological strategy adopted to achieve the results presented and the scientific meaning that they assume within the field of study.
  • Authors must ensure the objectivity of their interpretations and authenticity of the data, which must be submitted in detail, in order to allow other scholars, if methodologically appropriate, to replicate the research. Authors undertake to obtain the necessary authorizations to use images, tables or other already published contents, as by the laws on copyright.
  • The Authors must accept the terms of selection of the contributions and the process of double blind peer review and agree to it that once the article is accepted, all economic rights, with no space limit and through all technology presently existing or hereafter developed, are transferred to the journal.
  • The authorship of the article pertains exclusively to those who actually participated in the writing of the text by giving a significant contribution to the conception, design or interpretation of the object of study. The main Author is responsible for ensuring that only those who have really seen and approved the final version of the paper appear as co-authors and agree on its publication. Any other persons who have contributed to the paper should be listed in the acknowledgments as contributors.
  • The Authors undertake to declare, simultaneously with the sending of the paper, the absence of any conflict of interest that could affect the results or interpretation of their work. All financial support sources must be expressly indicated.
  • If significant errors or inaccuracies are found in the published paper, the Author is obliged to promptly notify the Scientific Director and the Editorial Board, providing an appropriate errata corrigenda.